1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Provincia di Chieti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Vertenza Honda, il Presidente Di Giuseppantonio: "L'Azienda resterà in Val di Sangro"

"Al Ministero oggi ho ribadito l'impegno degli Enti locali a sostegno dell'automotive"

"La Honda resterà in Val di Sangro e, superata la fase di crisi che il settore sta attraversando, ci sono buone prospettive di ripresa e rilancio dell'automotive. Nell'accordo che è stato sottoscritto c'è  una giusta ed equilibrata convergenza fra Sindacati, Istituzioni e Azienda. Credo sia questo uno dei messaggi più importanti che è possibile cogliere nell'incontro che abbiamo avuto oggi". Lo ha detto il Presidente Enrico Di Giuseppantonio al termine della riunione sulla vertenza Honda svoltasi questa mattina a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico. 
 
"Nella sede ministeriale - prosegue il Presidente Di Giuseppantonio - ho ribadito l'impegno degli Enti locali a sostegno dell'automotive in Val di Sangro e, soprattutto, nell'attuazione del Documento unitario che abbiamo sottoscritto lo scorso 10 agosto in Provincia e che emblematicamente abbiamo chiamato  Documento per un'alleanza dell'Automotive Abruzzo, a testimonianza del contributo che tutti i soggetti interessati devono dare nell'azione di rafforzamento di questa importante filiera produttiva e occupazionale. Ho anche invitato il Ministero a tenere presente, nelle gare di appalto pubbliche, che Honda produce e dà lavoro  in Italia; mentre alla Dirigenza di Honda ho chiesto di aver sempre presente lo stabilimento di Atessa nell'ambito dei futuri investimenti che vorrà effettuare in Europa".