1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Provincia di Chieti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Fondo Valle Sangro, il Presidente Di Giuseppantonio ha incontrato il segretario nazionale della Cisl di Bonanni

Dal leader sindacale arriva l'impegno a sollecitare il Governo per lo stanziamento dei fondi necessari per completare l'arteria

Il Presidente Di Giuseppantonio con il Segretario nazionale della Cisl Raffaele Bonanni

Il Presidente Enrico Di Giuseppantonio ha incontrato il segretario nazionale della Cisl Raffaele Bonanni chiedendogli di intervenire personalmente per sollecitare lo stanziamento, da parte del Governo, dei fondi necessari per completare la Strada Statale 652 nota anche come Fondo Valle Sangro. Per ultimare gli ultimi 4 chilometri della strada occorrono 160 milioni di euro e l'Anas, nel corso di una riunione svoltasi a Roma lo scorso 3 ottobre, alla quale hanno preso parte il Presidente Di Giuseppantonio e il Presidente della Provincia di Isernia e Luigi Mazzuto, ha dato la propria disponibilità a redigere il progetto cantierabile dell'opera.
 
"Ringrazio Bonanni per avermi dato immediatamente la propria disponibilità a sostenere il completamento dell'arteria - dice il Presidente Di Giuseppantonio - Ho deciso di rivolgermi a lui  non solo perché per via delle sue origini conosce bene le esigenze del nostro territorio, ma soprattutto perché ha la piena consapevolezza che, senza una viabilità adeguata, il sistema delle imprese rischia di non reggere i maggiori costi derivanti dai trasporti e di vedersi costretto persino a delocalizzare le attività".

"Le stesse Aziende, Fiat in testa - sottolinea il Presidente Di Giuseppantonio - hanno chiesto sia a me sia al Governatore Gianni Chiodi di fare pressing sul Governo affinchè finanzi l'opera, ed hanno prospettato concrete possibilità di crescita e dunque di nuovi insediamenti produttivi che però non possono prescindere da una viabilità adeguata. La Fondo Valle Sangro è un'opera strategica per il sistema industriale della Val di Sangro, ovvero per quell'area che rappresenta a tutt'oggi il motore dell'economia, dell'occupazione e dell'esportazione non solo della provincia di Chieti ma dell'intero Abruzzo".

"Una viabilità disagiata incide sia sulle imprese in termini di maggiore dispendio di risorse economiche e di tempo, sia sulla sicurezza delle decine di migliaia di automobilisti e di coloro che risiedono nelle zone interne. Ci sono, insomma - conclude il Presidente Di Giuseppantonio - tante ottime ragioni per completare la Fondo Valle Sangro e credo che dal sostegno di Bonanni possa arrivare una spinta determinante nella direzione che tutti auspichiamo".