1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Provincia di Chieti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Disposizione del Presidente Di Giuseppantonio che scrive ai Dirigenti: "Il Codice sull'uso razionale dell'energia dev'essere applicato scrupolosamente per contenere la spesa"

L'Assessore Caporrella: "Vanno evitati disservizi e disfunzioni per l'attività dell'Ente"

Il Presidente Enrico Di Giuseppantonio ha emesso un provvedimento con il quale dispone che i Dirigenti rispettino e applichino scrupolosamente le norme contenute nel "Codice comportamentale in materia di uso razionale dell'energia da parte degli amministratori e del personale dipendente dell'Ente nonché dei fruitori esterni" approvato con Delibera dalla Giunta Provinciale.

"Il rispetto delle norme di comportamento in materia di uso razionale dell'energia, così come previsto dal Codice che ci siamo dati - dice il Presidente Di Giuseppantonio - è fondamentale in un Ente che attraverso il programma comunitario "Elena" ha previsto investimenti per 80 milioni di euro in progetti per produrre energia da fonti rinnovabili e per migliorare l'efficienza energetica degli edifici pubblici sia della Provincia che dei Comuni. Il mancato rispetto - sottolinea Di Giuseppantonio - si pone in contraddizione con la razionalizzazione delle spese, necessaria alla luce dell'attuale situazione finanziaria dell'Ente, con le disposizioni del Governo in materia di spending review e con la politica di rigore e di contenimento della spesa che questa Amministrazione porta avanti fin dal suo insediamento".

"Dall'ammnistrazione parte un invito ai Dirigenti affinché accertino la puntuale applicazione delle norme da parte del Personale del proprio Settore e dei fruitori dell'ufficio - dice l'Assessore all'ambiente Eugenio Caporrella - perché una scorretta applicazione delle norme contenute nel Codice potrebbe provocare disservizi e disfunzioni di natura tecnica, anche gravi, per l'attività dell'Ente".