1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Provincia di Chieti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Maielletta, al via la programmazione della stagione turistica invernale

Le Province di Chieti e Pescara vogliono lo skipass unico regionale

Avviare la programmazione della stagione turistica invernale sulla Maielletta, una stagione che dovrà essere all'insegna dello skipass unico e dell'incremento delle presenze turistiche. E attivare, monitorando i fondi Fas nel momento in cui saranno disponibili,  l'Accordo di programma sottoscritto il 18 aprile scorso con i Comuni di Rapino, Pretoro, Roccamorice, Serramonacesca e Manoppello,  di concerto con la Regione e l'Ente Parco nazionale della Majella,  per il rilancio e  lo sviluppo del comprensorio montano e sciistico Passolanciano - Maielletta.

E' quanto emerso dalla riunione svoltasi presso la Provincia di Chieti  alla quale hanno preso parte i Presidenti delle Province di Chieti e Pescara, Enrico Di Giuseppantonio e Guerino Testa, l'Assessore regionale ai trasporti Giandonato Morra e il dirigente Virgilio Basile,  il Presidente della Sangritana Pasquale Di Nardo. Le Province avranno un ruolo di coordinamento delle iniziative finalizzate alla realizzazione dello skipass unico e alla promozione del comprensorio montano mentre la Sangritana ha offerto la propria disponibilità sia in termini di know how nella gestione di impianti scioviari sia nel ruolo di vettore che, grazie all'integrazione ferro-gomma, punta a riportare sulle piste della Maielletta  sciatori ed appassionati provenienti da ampie zone del centro sud Italia.

"In particolare la realizzazione dello skipass unico sulla Maielletta è un passaggio importante perché prelude alla richiesta, che le quattro Province inoltreranno ufficialmente alla Regione Abruzzo, per la istituzione di uno skipass unico regionale - dicono i Presidenti  Di Giuseppantonio e Testa. Se, come crediamo, l'industria del futuro nei nostri territori è soprattutto nel turismo, è arrivato il momento di svolgere un'azione sinergica e coordinata".

"In particolare  un comprensorio turistico come la Maielletta non può essere lasciato all'improvvisazione e ad iniziative sporadiche, gli operatori che già investono da anni devono sentire vicine le Istituzioni. E le Province e la Regione hanno deciso di essere della partita. Saremo molto vigili sui fondi Fas perché è grazie ad essi che potremo operare investimenti in grado di rendere nuovamente appetibili le nostre stazioni sciistiche, e di creare intorno ad esse nuova economia e posti di lavoro soprattutto per i giovani".
 
A fine settembre si terrà un'altra riunione durante la quale la programmazione verrà sottoposta ai Sindaci del Comuni coinvolti nell'Accordo di programma e agli operatori.

Chieti, 17 settembre 2011