1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Provincia di Chieti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Gara pubblica per affidare il centro per disabili psichici di Villamagna. La Giunta provinciale fissa i criteri con una Delibera

La struttura residenziale per disabili psichici ubicata a Villamagna sarà concessa in uso attraverso l'esperimento di una gara pubblica. Lo ha deciso la Giunta provinciale con una delibera che detta gli indirizzi in ordine alla concessione. L'edificio in questione è l'ex scuola di viale Regina Margherita, concessa in comodato d'uso gratuito alla Provincia e riconvertita in centro residenziale per disabili psichici grazie ad un intervento della Provincia costato 400.000 mila euro.

Nel provvedimento della Giunta provinciale si stabilisce, tra l'altro, che la scadenza massima della concessione dovrà essere il 30 novembre 2019; che il canone annuale di concessione da fissare come base d'asta è stabilito in 13.185 euro oltre rivalutazione annuale del canone sulla base degli indici Istat; che l'immobile non potrà essere utilizzato per finalità diverse da quello per cui è stato finanziato, ovvero struttura residenziale per disabili psichici; che il mancato rispetto del vincolo di destinazione sarà motivo di decadenza della concessione al pari del mancato utilizzo dell'immobile quale struttura residenziale per disabili psichici. Il concessionario avrà fra l'altro l'obbligo di sostenere i costi dell'ordinaria e straordinaria manutenzione dell'immobile. In vista della gara la Provincia sta predisponendo il bando, il capitolato e la proposta di convenzione.

"Questa delibera giunge al termine di un iter lungo e complesso: oggi gli Uffici, pur oberati da una serie di scadenze importanti, stanno lavorando con grande impegno alla stesura di un bando - dice l'assessore alle politiche sociali Gianfranca Mancini - che renderà la struttura di Villamagna un presidio funzionale e qualificato. Come è noto, pur fra mille ristrettezze economiche, questa Amministrazione nulla ha tolto agli interventi per il sociale e per le fasce più deboli. La Giunta, facendo propria la volontà del Presidente Enrico Di Giuseppantonio - ha voluto stabilire indirizzi certi e all'insegna della massima trasparenza".