1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Provincia di Chieti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Vertenza Golden Lady, il Presidente Enrico Di Giuseppantonio scrive al Ministero e chiede un tavolo urgente

Il Presidente della Provincia Enrico Di Giuseppantonio ha inviato questa mattina una lettera al dott. Giampiero Castano, della Struttura crisi d'impresa - Unità gestione vertenze del Ministero dello Sviluppo Economico per sollecitare la riunione urgente del tavolo ministeriale sulla vertenza Golden Lady.
Ieri a Gissi si è riunita in seduta urgente la Consulta provinciale dell'economia edel lavoro, un incontro che ha fatto registrare un'ampia partecipazione, e che ha visto presenti diverse lavoratrici della Golden Lady, azienda simbolo della crisi industriale in atto. E per affrontare con la massima sinergia e tempestività la situazione, è nato un Comitato per la salvaguardia dell'occupazione in Val Sinello.

In quell'area si assiste ad una crisi industriale drammatica, dagli effetti molto più di rompenti di quella che colpisce aree come la Valle Peligna e la Val Vibrata - dice il Presidente Di Giuseppantonio. Se infatti in Val Sinello chiude, come purtroppo sta accadendo, uno stabilimento come la Golden Lady, che occupa manodopera pressochè femminile, tutto intorno non ci sono alternative occupazionali o di reimpiego. Per questo motivo mi batterò con tutte le forze affinchè il tavolo ministerialesi riunisca con la massima urgenza dal momento che c'è in ballo il futuro di migliaia di lavoratori. Per quanto riguarda la Provincia, ieri nel corso della riunione della Consulta abbiamo convenuto di dar vita ad un organismo più snello, che abbiamo ribattezzato Comitato per la salvaguardia dell'occupazionein Val Sinello, un organismo che, governato dalla Provincia, dovrà affrontarele situazione di crisi del comprensorio. Il Comitato, che si riunirà a Gissi subito dopo l'incontro presso il Ministero dello Sviluppo economico per decidere quali iniziative intraprendere, si attiverà per il riconoscimento della Val Sinello come area di crisi regionale e si adopererà per fare in modo che chi andrà ad investire in quel territorio potrà ricevere benefici.

Del Comitato fanno parte in rappresentanza della Provincia il Presidente Enrico Di Giuseppantonio,  l'Assessore al lavoro Daniele D'Amario, i consiglieri Antonio D'Ugo e Camillo D'Amico; l'assessore regionale Luigi De Fanis, i consiglieri regionali del territorio, i sindaci diVasto, Carpineto Sinello, Fraine, Gissi, Monteodorisio, Scerni, San Buono,Pollutri, Furci, rappresentanti di Cgil, Cisl, Uil e Confindustria.
 
Chieti, 8 luglio 2011